Contattaci

Kalmar contribuisce a rendere il porto di Brisbane un terminal automatizzato di livello mondiale

In definitiva, abbiamo ritenuto che una combinazione di ASC e shuttle carrier non solo avrebbe fornito il miglior ritorno finanziario sugli investimenti, ma anche il maggior livello di produttività sul lato mare. Mark Hulme, COO, DP World Australia

La soluzione Terminal container

La cooperazione tra DP World e Kalmar ha reso il porto di Brisbane una delle strutture maggiormente automatizzate del mondo. L'automazione permetterà di aumentare la capacità annuale del terminal da 600.000 a 900.000 TEU, come pure di migliorare l'assistenza clienti.

Un cambiamento fondamentale

La sfida

La concorrenza nel porto di Brisbane è diventata ancora più agguerrita con l'arrivo di un terzo operatore, nel 2012. Gli altri due operatori del porto avevano già implementato attrezzature e sistemi automatizzati. DPW Brisbane si è resa conto che avrebbe dovuto utilizzare in modo più efficiente il suo spazio nel terminal, mantenendo al contempo i migliori standard di sicurezza possibili, in conformità alle normative di sicurezza per il trasporto marittimo, e offrendo un'eccellente assistenza ai clienti.

La soluzione

I container vengono trasferiti da shuttle carrier con operatore dalla gru sulla banchina all'area d'interscambio sul lato mare di un modulo assistito da gru ASC. Quattordici shuttle carrier Kalmar operano tra le gru ship-to-shore e le ASC per trasferire i container tra le navi e la banchina. La gestione automatizzata dei veicoli di Kalmar automatizza le operazioni nella zona portuale.

I risultati

DP World Brisbane ha adottato la tecnologia di automazione più recente di Kalmar e Navis per garantire operazioni completamente integrate che offrano una produttività ottimale e riducano i costi operativi. Il progetto aumenterà la capacità del terminal da 600.000 a 900.000 TEU, e sarà uno dei più automatizzati del mondo, pronto a soddisfare le richieste di attività in continua evoluzione, sia oggi, sia domani.